mercoledì 22 febbraio 2012

Il calcio che fa bene

Image and video hosting by TinyPic
Il calcio è il minerale più presente nel nostro organismo ed è indispensabile per la crescita e la salute di ossa e denti; il livello di massa ossea si raggiunge verso i 30 anni, quindi è fondamentale arrivare a quell’età con una buona riserva di calcio per il futuro.
Esso svolge una funzione plastica e bioregolatrice in vari processi metabolici; ci aiuta a contrastare carie e osteoporosi; ci aiuta ad abbassare il livello di colesterolo e a regolarizzare la coagulazione ed il pH del sangue; è importante per l’equilibrio del sistema nervoso, infatti combatte la depressione, il nervosismo, l’ansia, l’insonnia, ecc. e favorisce la capacità di apprendimento e memoria; stabilizza il ritmo cardiaco, ci aiuta a far lavorare meglio i muscoli, ecc.

Gli alimenti che contengono più calcio sono: latte e latticini (formaggi, yogurt), frutta secca, legumi, cereali, verdure fresche, pesce (es. sardine e salmone), cioccolato, uova e anche l’acqua; volendo possiamo trovarlo in moltissimi integratori.

Fabbisogno giornaliero: 1 g circa, ma questo varia a seconda della fascia d’età e delle condizioni personali:
  • 0 – 1 anno, 600 mg
  • 1 – 6 anni, 800 mg
  • 7 – 10 anni, 1.000 mg
  • 11 – 17 anni, 1.200 mg
  • 18 – 29 anni, 1.000 mg
  • Uomini
    • 30 – 59, 800 mg
    • 60+, 1000 mg
  • Donne
    • 30 – 49, 800 mg
    • 50+, 1200-1500 mg
  • Adolescenti incinte o che allattano, 1.300 mg
  • Donne incinte o che allattano, 1.200 mg            (fonte)

Una carenza di calcio (ipocalcemia), causata da un insufficiente apporto alimentare o da un cattivo assorbimento intestinale,  potrebbe comportare l’insorgenza di carie, osteoporosi, decalcificazione, crampi, palpitazioni cardiache, irritabilità; in casi gravi potrebbe essere fatale.
Un eccesso di calcio (ipercalcemia), dovuto soprattutto da uno squilibrio nel rapporto calcio-magnesio, potrebbe comportare la formazione di calcoli, il restringimento dei vasi, vari sintomi neurologici (es. dolore agli occhi) e muscolari (es. stanchezza), perdita di appetito, ecc.

Lo sapevi che? La presenza di un livello corretto di vitamina D favorisce l’assorbimento di calcio da parte dell’organismo.

Vuoi sapere quanto calcio hai assunto oggi? >Clicca qui< :)

martedì 14 febbraio 2012

Biscotti di pasta frolla a forma di cuore



Ingredienti: 300 g di farina, 2 uova, 100 g di zucchero, 100 g di burro, scorza di limone grattugiata, 1 cucchiaino di lievito vanigliato, 1 tavoletta di cioccolato fondente.

Disponete la farina a fontana e al centro mettete lo zucchero, il burro a pezzetti, le uova, la scorza di limone ed il lievito; impastate bene e poco alla volta finché non otterrete un impasto omogeneo e compatto, avvolgetelo poi nella pellicola e mettete in frigo per 30 minuti circa.

Io questa volta, avendo poco tempo a disposizione, ho preparato la pasta frolla col bimby :)

Ingredienti: 300 g di farina, 80 g di zucchero, 1 uovo, 1 tuorlo, scorza di un limone, 130 g di burro, 1 cucchiaino di lievito vanigliato (facoltativo).

Preparazione: mettete nel boccale la scorza di limone e lo zucchero (10 secondi velocità 8), unire farina, uova, burro e lievito (20 sec. Vel.5), avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e riponetelo in frigo per 15 minuti prima di utilizzarlo.

Ora potete dare forma alla vostra pasta decorando i biscotti in questo caso a forma di cuore; vi servirà quindi una formina apposita (ne vendono di tutti i tipi e misure!); intanto preriscaldate il forno a 180° e cuocete i biscotti per una ventina di minuti.
Una volta lasciati raffreddare potete sciogliere a bagnomaria il cioccolato, e mentre è ancora caldo immergete i biscotti e/o decorateli come più vi piace!

PS: mi sono usciti circa una trentina di biscotti...per fortuna ci sono stati dei superstiti che mi hanno permesso di fare una foto :D