martedì 26 aprile 2011

Guida al cambio di stagione

Image and video hosting by TinyPic

Nella speranza che arrivino finalmente le belle giornate dedichiamoci al cambio di stagione!
Cosa serve:
-          prodotto per ripulire i piani (spray antipolvere)
-          panni o stracci
-          sacchettini profuma biancheria
-          scatole e sacchetti salvaspazio per le cose ingombranti (ad esempio i piumoni)
-          pennarello nero indelebile per scrivere sulle scatole
-          nastro adesivo grosso per chiudere le scatole
-          sacco della spazzatura

Cominciamo a spalancare le finestre e poi le ante degli armadi; se serve a rilassarvi ascoltate della buona musica; mettete tutti i capi sul letto e cominciate a selezionare le cose che vanno buttate o che non metterete più (in questo caso vi consiglio di darli alla parrocchia così andranno ai più bisognosi, oppure regalateli). Pulite per bene tutti i ripiani ed i cassetti e lasciate asciugare. Intanto prendete le scatole dei capi estivi, svuotatele e pulitele (o se sono troppo vecchie cambiatele con quelle nuove).

Che caos vero? Allora cominciamo a conservare i panni invernali (puliti, ben piegati e ricordate di svuotare tutte le tasche), da quelli più pesanti a quelli meno e prima di chiudere le scatole inserite dei sacchettini profumati. Discorso diverso per le giacche e gli abiti che non possiamo conservare piegati (es. cappotti, abiti da sera, ecc.), poiché dobbiamo spazzolarli, coprirli con apposite mantelline di nylon e mettere nelle tasche dei sacchettini antitarme; per i capi in pelle è consigliabile passare un panno inumidito. Prima di mettere in ordine i nostri panni estivi controlliamo che non puzzino o siano stropicciati; e ora è arrivato il momento più divertente: sistemateli come meglio credete (per colore, tipo), idem per la biancheria e accessori vari: borse, occhiali, cinture, foulard, bigiotteria, ecc.

Per quanto riguarda le scarpe, non essendo ancora tempo di infradito & Co, cominciamo ad eliminare quelle rovinate e conservare gli stivali e le scarpe chiuse ognuno nella propria scatola (oppure nei piani alti della scarpiera o del vostro armadio); controlliamo che tacchi e suole non siano rovinati e, in tal caso, provvediamo subito a sistemarli;  lucidate le scarpe, spazzolatele, se potete lavatele (es. quelle da ginnastica) e conservatele con le apposite forme e punte con fogli di giornale appallottolati, così le troveremo già pronte all’uso per la prossima volta; prima di mettere le scarpe estive nella scarpiera lasciatele un po’ all’aria aperta; anche nelle scarpiere inserite dei sacchettini profumati.

Piccoli consigli:
-          una volta a settimana ricordatevi di tenere aperte le ante e le scarpiere per cambiare aria
-          ogni tanto date un’occhiata a orli, fodere, occhielli e bottoni intervenendo dove è necessario, per evitare di avere brutte sorprese nel momento in cui ci servirà quell’indumento
-          tenete sempre a portata di mano uno o due indumenti pesanti per improvvisi sbalzi di temperatura
-          tenete i pantaloni e le gonne appese con le grucce adatte
-          gli abiti non vanno appesi troppo vicini tra loro
-          se alcuni capi vi sembrano datati, non buttateli perché potrebbero tornare di moda
-          non ha senso di conservare abiti per quando dimagrirete, o per quando ingrasserete: via tutte le cose inutili per dare spazio ai nuovi acquisti!
-          tenete gli accessori ordinati e separati tra loro perché spesso si tende a ricomprare tante volte la stessa cosa con l’idea di non averla

Riordinare e pulire il vostro armadio è un ottimo modo per ripartire alla grande e vedere la realtà sotto una nuova luce!

domenica 10 aprile 2011

Bucato fresco e profumato

Image and video hosting by TinyPic

Che cosa c’è di più piacevole di un bucato appena fatto, quando apriamo la lavatrice e sentiamo il profumo dei panni appena lavati? Ma che delusione quando svanisce dopo pochi minuti oppure non è esattamente buono come ci aspettavamo.

Ecco cosa possiamo fare per far si che la biancheria ed i nostri capi profumino sempre di buono e di pulito:

-scegliete bene i prodotti, non per forza quelli più costosi, e annusateli prima di acquistarli perché si tratta sempre di gusti personali; ne proverete davvero tanti prima di essere veramente soddisfatti!
-tenete presente che il detersivo in polvere profuma più di quello liquido ed è anche più buono;
-provate a diluire qualche goccia di olio essenziale, alla lavanda ad esempio, nella vaschetta dell’ammorbidente (alcuni ammorbidenti già le contengono, oppure prova i profuma biancheria della Nuncas) o, se li lavi a mano, all’ultimo risciacquo;
-invece dell’olio essenziale possiamo optare per le scaglie di sapone di Marsiglia (basta scioglierle in un po’ di acqua calda e versarle nel cestello della lavatrice o nella bacinella);
-mettete la giusta quantità di detersivo nella lavatrice poiché, se ne aggiungiamo troppo, i panni saranno certamente profumati, ma rimarranno residui di detersivo;
-inserite l’ammorbidente SOLO quando la lavatrice arriva al suo programma (se siete in casa e non vi dimenticate ovviamente!;
-è bene fare un ulteriore ciclo di risciacquo a freddo;
-centrifugate bene la biancheria, poiché se i panni escono quasi asciutti dal cestello, non puzzano ed impiegano meno tempo ad asciugare;
-stendeteli subito (se li lasciate in lavatrice i panni sapranno di acqua stagnante) e sempre fuori, ma nelle ore centrali della giornata (ovviamente se non piove e non c’è molta umidità), poiché i panni asciugati dentro catturano tutti gli odori di casa, e possibilmente non stendeteli troppo stretti fra loro;
-non lasciate mai la biancheria fuori la notte;
-quando li stirate, aggiungete qualche goccia di profumo all’acqua del serbatoio del ferro (a freddo), così stirando, i panni assorbiranno la fragranza attraverso il vapore;
-scegliete dei sacchetti profuma biancheria della fragranza che preferite oppure delle saponette profumate da mettere dentro i cassetti e gli armadi.

Per saperne di più su come rendere il vostro bucato più bianco, cliccate QUI