domenica 30 gennaio 2011

I mille usi del bicarbonato

Image and video hosting by TinyPic 

Oggi si chiama idrogenocarbonato di sodio, ma non si tratta d'altro che del vecchio bicarbonato di sodio. Sono davvero tante le cose che si possono fare con questa polvere che a temperatura ambiente si presenta bianca e cristallina e che sciolta in acqua dà una soluzione leggermente basica. Gli usi sono innumerevoli e spesso il suo utilizzo si va a sostituire a quello di detergenti chimici dannosi per la nostra salute e per l'ambiente. Scopriamo come possiamo renderlo un prezioso alleato della vita di tutti i giorni: 

In cucina
  • aiuta a fare da barriera contro i parassiti di frutta e verdura (basta sciogliere 1 cucchiaio di bicarbonato ogni litro d'acqua e lasciare a bagno per almeno 10 minuti); per conservare questi alimenti in frigo invece, mettete un po’ di bicarbonato sul fondo dei cestelli dove li depositate per eliminare gli odori e mantenerli sempre freschi;
  • contribuisce a rendere più morbidi i legumi se aggiunto all'acqua prima o durante la cottura;
  • si può fare un lievito naturale per dolci sciogliendo 1/4 di cucchiaino di bicarbonato in 125 gr di yogurt (questa quantità serve per circa 300 grammi di farina), una volta fatto va usato immediatamente;
  • aggiungendo la punta di un cucchiaino di bicarbonato ogni tre uova la frittata verrà sofficissima;
  • se il detersivo per i piatti è finito il bicarbonato può essere un ottimo sostituto, anche per pulire le superfici della cucina (oppure se i piatti sono molto sporchi ed unti aggiungete uno o due cucchiai di bicarbonato all’acqua con detersivo);
  • per evitare il cattivo odore che si diffonde in tutta la casa, basta aggiungere un cucchiaino di bicarbonato all'acqua di cottura;
  • per togliere quel sapore un po’ acido alla salsa di pomodoro aggiungere quasi a fine cottura una punta di un cucchiaino di bicarbonato;
  • dopo aver cucinato con cipolla, aglio o il pesce strofinatevi le mani con una spugna bagnata ed un po’ di bicarbonato;
  • per la pulizia e l'igiene del frigorifero basta sciogliere due cucchiai di bicarbonato in 1/2 litro d'acqua e mezzo bicchiere d’aceto, e usare questa miscela con una spugna al posto del detersivo usato normalmente; invece, per prevenire i cattivi odori basta mettere una ciotola piena di bicarbonato dentro il frigo e cambiarla ogni 2 mesi circa;
  • per la pulizia e l’igiene della lavastoviglie, quando si fa un lavaggio periodico a vuoto per sgrassare ed eliminare cattivi odori, mettete una tazza di  bicarbonato al posto del detersivo (può andar bene un lavaggio a temperatura media);
  • ad ogni lavaggio con la lavastoviglie una manciata di bicarbonato sui piatti prima di azionare il programma garantisce un risultato migliore;
  • per rendere brillanti i bicchieri in cristallo, in una bacinella con acqua calda versate una manciata di bicarbonato, adagiate i bicchieri e lasciateli in ammollo per un’oretta circa; con una spugna morbida poi passateli delicatamente e risciacquateli sempre con acqua calda, lasciateli asciugare e prima di riporli togliete gli ultimi residui di acqua con un panno asciutto e morbido;
  • la caffettiera possiamo pulirla con una soluzione fatta da un bicchiere di aceto di mele e due cucchiai di bicarbonato;
  • per pulire più facilmente le lame del frullatore, dopo averlo utilizzato è sufficiente aggiungere un po' d'acqua ed un cucchiaio di bicarbonato ed azionarlo per pochi secondi;
  • per pulire piastra e griglia del barbecue usate un impasto composto da 3 parti di bicarbonato ed 1 di acqua;
  • con l’aceto di mele ed il bicarbonato potete lavare anche il tagliere di legno (prima lo cospargete di bicarbonato, ci spruzzate l’aceto e poi risciacquate);
  • una volta usato il bicarbonato(per esempio dopo averlo messo in frigo per 2 mesi), invece di buttarlo nella spazzatura, versatelo direttamente nel lavandino per pulire e disinfettare gli scarichi.
In bagno
  • per la pulizia delle superficidella doccia usate il bicarbonato al posto della polvere abrasiva;con una spugna umida passatela dappertutto e poi risciacquate;
  • per pulire a fondo la tenda della doccia e il tappetino antiscivolo, metteteli in lavatrice, inserite un po’ di detersivo, due belle manciate di bicarbonato e avviate il programma dei sintetici a 50 °C;
  • per togliere il calcare dai rubinetti fate un impasto con due cucchiai di bicarbonato e poca acqua fino ad ottenere una crema, mettetela su uno straccio e togliete tutto il calcare (attenzione: il calcare non deve essere vecchio, ma quello che si forma giornalmente con il normale uso dei sanitari). 
 In casa
  • un cucchiaio colmo di bicarbonato nella vaschetta del detersivo della lavatrice renderà ogni bucato morbido e disinfettato ed eliminerà i cattivi odori (sudore, vomito, ecc.) anche dal bucato dei neonati;
  • per la pulizia e l’igiene della lavatrice, quando si fa un lavaggio periodico (ogni 3 mesi) a vuoto per togliere eventuali residui di detersivo, il calcare ed eliminare cattivi odori, versate una tazza di  bicarbonato ed una bottiglia di aceto nel cestello ed effettuate il lavaggio a 60° C ; spegnete la lavatrice a metà lavaggio, quando l’acqua è bella calda, lasciate riposare per quattro o cinque ore (l’ideale sarebbe un’intera nottata), poi riaccendete e fate finire il ciclo;
  • tre parti di bicarbonato e una di acqua formano un'impasto efficace nel rimuovere le macchie difficili;
  • un po' di bicarbonato nel portacenere evita il fastidioso odore di fumo;
  • per pulire pettini e spazzole sciogliete 2 cucchiai di bicarbonato in acqua calda;
  • per pulire l'argenteria usate l'impasto composto da una parte d'acqua e 3 di bicarbonato,  applicatelo con un panno di cotone sulla superficie da pulire, strofinate e sciacquate;
  • dopo l'utilizzo di tende e sacchi a pelo questi si conserveranno meglio se verranno cosparsi con un abbondante strato di bicarbonato (che terrà lontani muffa ed umidità fino alla prossima stagione);
  • possiamo pulire i tappeti, cospargendoli uniformemente con il bicarbonato e lasciandoli agire per 24 ore, poi sbatteteli e passateci sopra l’aspirapolvere;
  • il bicarbonato di sodio è ottimo per estinguere piccoli incendi;
  • se aggiungete il bicarbonato all’acqua del vaso dove sono posti dei fiori recisi questi si manterranno freschi più a lungo (è ottimo anche come antiparassitario per le piante)
  • una bella tazza piena di bicarbonato posta all’interno di armadi e scarpiere risolve il problema dei cattivi odori; nei cassetti della biancheria invece potete mettere del bicarbonato in un sacchettino di tela, unito a qualche goccia di essenza di lavanda (ma può essere anche di eucalipto, limone, o un’altra a vostro piacere) e richiudetelo bene;
  • per eliminare i cattivi odori delle scarpe, mettetele in lavatrice, unite mezza tazza di bicarbonato ogni due paia di scarpe da lavare, mettete anche un po’ di detersivo e fate un lavaggio a 40° senza centrifuga (se avete il piede che suda molto, allora mettete un pochino di bicarbonato direttamente all’interno della scarpa).

Per la cura e l’igiene personale
  • disciolto in un bagno caldo(2-3 cucchiai), è un ottimo trattamento rilassante, depurativo e benefico per la pelle, elimina stanchezza e indolenzimento, e riduce i gonfiori;
  • dopo il bagno si può usare anche come delicato scrub per il corpo: basta aggiungere 4 cucchiai di latte detergente a due cucchiai di bicarbonato, massaggiate e poi sciacquate;
  • per contrastare l'acne fate una pappetta con del bicarbonato e acqua e procedete, dopo l'abituale lavaggio con un sapone neutro, all'applicazione con leggero massaggio circolare; tenete in posa per altri 6-7 minuti e poi risciacquate;
  • unito allo shampoo, rende i capelli morbidi e lucenti, e facilita la rimozione di sporco e cosmetici (gel, lacca, ecc.);
  • una soluzione d'acqua e bicarbonato applicata sulle ascelle è un deodorante naturale e non irritante;
  • per evitare le irritazioni post-rasatura, rinfrescate la pelle con una soluzione d'acqua e bicarbonato;
  • è ottimo per l’igiene dei piedi: per un pediluvio rilassante ne bastano 2 cucchiai nell'acqua calda; invece, per eliminare le cellule morte e le callosità dai piedi è necessario fare una crema composta da 3 parti di bicarbonato e una di acqua;
  • per ammorbidire la pelle delle mani, immergetele in una ciotola contenete un litro di acqua in cui avete fatto sciogliere 2 cucchiai di bicarbonato, lasciatele in ammollo per qualche minuto;
  • se avete il naso ostruito e volete liberare le narici, provate con questa ricetta della nonna: aggiungete una manciata di bicarbonato in acqua bollente (per un risultato migliore si possono aggiungere anche gocce di eucalipto, timo e menta) e coprendovi con un telo o asciugamano respirate per 10 minuti sopra la pentola calda, facendo attenzione, naturalmente, a non scottarvi);
  • per favorire la digestione basta scioglierlo in un bicchiere di acqua e qualche goccia di limone (digerirete anche le pietre!!!)
  • molti ginecologi consigliano a chi ha la candida di lavarsi le parti intime con acqua e bicarbonato in modo da alleviare bruciore e prurito: è sufficiente versarne un cucchiaio in un litro di acqua tiepida e fare dei lavaggi locali.
Per l'igiene orale
  • svolge una delicata azione sbiancante: bisogna mettere sullo spazzolino asciutto del bicarbonato e spazzolare (con cautela); occasionalmente si può unire ad un po’ di succo di limone per rafforzare quest’effetto;
  • può essere d’aiuto nell'eliminare le macchie causate da fumo, caffè, ecc.;
  • aiuta a togliere la placca ed il tartaro;
  • contrasta l’acidità sviluppata dagli alimenti;
  • si può utilizzare nei risciacqui per rinfrescare l’alito e neutralizzare gli acidi responsabili della carie: basta sciogliere un cucchiaino di bicarbonato in un bicchiere di acqua e sciacquare la bocca più volte;
  • può essere utile persino per disinfettare apparecchi e dentiere da germi e batteri.

N.B: mi raccomando non abusate di questi sistemi perché l'uso frequente del bicarbonato può danneggiare lo smalto poiché è abrasivo, e rende i denti molto sensibili.


Per l'igiene degli animali
  • per eliminare i cattivi odori dalle coperte della cuccia del tuo amico a quattro zampe, lavale come di consueto aggiungendo, all'acqua del risciacquo, due cucchiai di bicarbonato;
  • per l’igiene di tutta la cuccia cospargila di bicarbonato e lascia agire per almeno mezz'ora prima di rimuoverlo (eventualmente con l'aspirapolvere);
  • per prevenire i cattivi odori delle lettiere di gatti, uccellini e criceti cospargere sul fondo 300 gr di bicarbonato.

martedì 18 gennaio 2011

I cibi che gonfiano

Image and video hosting by TinyPic 


Il gonfiore della pancia a fine pasto può essere dovuto all’eccessiva deglutizione d’aria durante i pasti o alla produzione esagerata di gas da parte della flora batterica intestinale. Per evitare tutto ciò basta avere alcuni accorgimenti:
-         mangiare lentamente e masticare bene, poiché se ingeriamo il cibo troppo velocemente ingeriremo anche una gran quantità d’aria (per questo è importante anche non parlare troppo durante i pasti!)
-         non andare a dormire subito dopo aver mangiato
-         meglio niente frutta dopo i pasti
-         praticare un’attività fisica regolare
-         evitare le bevande gassate ed i cibi molto grassi
-         ridurre il consumo di caramelle e chewingum (e sigarette!)

Ecco alcuni alimenti che favoriscono la produzione di gas intestinali:  latticini, fagioli, piselli secchi, soia, lenticchie, cavoli, ravanelli, cipolle, broccoli, cavolfiore, cetrioli, prugne, mele, banane e uva secca; questo non significa che dobbiamo completamente eliminarli dalla nostra dieta, ma semplicemente consumarli con moderazione.
Gli alimenti che riequilibrano la flora batterica ed hanno quindi effetti benefici per l’intestino sono lo yogurt, il parmigiano ed il pesce (che grazie ai suoi preziosi omega3 è in grado di ridurre le infiammazioni responsabili del gonfiore).